Assemblea

Art. 11.  L'Assemblea e' composta dai Soci individuali e dai Soci collettivi e viene convocata dal Consiglio Direttivo in via ordinaria ogni anno, entro il 30 aprile, per l'approvazione del bilancio dell'esercizio precedente.
Essa sara' inoltre convocata entro il 31 ottobre di ogni anno per deliberare sul bilancio preventivo. E'  facolta' del Consiglio Direttivo, per l'approvazione del bilancio consuntivo e preventivo, per l'elezione dei membri del Consilgio Direttivo e ogni qualvolta ritenga opportuno, non convocare I' Assemblea e richiedere il voto per posta entro gli stessi termini temporali.
Sono di competenza dell'Assemblea la nomina di quindici membri del Consiglio Direttivo e la nomina dei cinque membri (inclusi i due supplenti) del Collegio dei Sindaci, nonche' le delibere sugli argomenti che il Consiglio Direttivo riterra' di sottoporre all' Assemblea stessa.

Art. 12.  L'Assemblea potra' essere convocata su decisione del Consiglio Direttivo o quando almeno il 20% dei Soci in regola con il pagamento della quota annuale ne facciano richiesta scritta e firmata al Presidente.
L'Assemblea viene convocata mediante avviso da spedirsi ai Soci almeno 10 giorni prima di quello fissato per l'adunanza e contenente l'ordine del giorno degli argomenti da trattare, nonche' l'ora, il giorno ed il luogo dell' Assemblea.
La seconda convocazione puo' essere fissata non prima di un'ora dopo la prima convocazione, nello stesso luogo della prima.
I Soci individuali e collettivi dispongono di un voto ciascuno. In Assemblea potrano votare i Soci presenti di persona o per delega. Ogni Socio presente all'Assemblea potrà inoltre essere portatore al massimo di tre deleghe.

Art. 13.  Le deliberazioni sono prese con le modalita' di cui all'art. 21 del Codice Civile,con l'eccezione della modifica dello Statuto o dello scioglimento dell'Associazione che vengono proposti su iniziativa del Consiglio Direttivo e vengono votati per referendum, essendo richiesta la maggioranza dei due terzi dei voti espressi e un numero minimo di voti pari alla metà dei Soci.
Per la partecipazione al referendum e' ammesso il voto per posta.
Nel caso di votazione per posta, la Segreteria predisporrà apposite buste da sigillare in cui il Socio indicherà le sue preferenze. Le buste verranno aperte alla fine delle operazioni di voto e immediatamente prima dello scrutinio.