Consiglio Direttivo

Art. 14.    Il Consiglio Direttivo e' composto da 15 Consiglieri eletti, dal Presidente uscente  dal Presidente onorario.
Nel caso di rinuncia di un Cosigliere eletto, subentra il Socio dello stesso gruppo, descritto nell'Articolo 15, che ha riportato maggior numero di voti.
Il Consiglio Direttivo rimane in carica un biennio.
Il Presidente Onorario è un membro permanente del Consiglio Direttivo e può partecipare a tutte le sue riunioni con facoltà di voto. Il Presidente Onorario è nominato secondo i criteri previsti nell'Articolo 18.
Nella sua prima seduta, il Consiglio Direttivo elegge il Presidente, il Vice Presidente e il Tesoriere e nomina il Segretario.
Tutti i membri del Consiglio Direttivo sono rieleggibili.

Art. 15.  I quindici Consiglieri eletti dall'Assemblea dei Soci sono così prescelti:
-   tre in rappresentanza dei tecnici che non siano docenti nei ruoli di Università italiane e che non siano dipendenti o amministratori delle Aziende industriali di cui al III comma della voce c) dell'Articolo 6;
-   tre in rappresentanza dei tecnici che operano stabilmente al servizio delle Aziende industriali di cui al III comma della voce c)  dell'Articolo 6;
-   tre in rappresentanza dei costruttori tramite i delegati dei Soci collettivi delle Aziende industriali ora citate o tramite Soci individuali che siano amministratori delle medesime Aziende;
-   tre in rappresentanza dei docenti nei ruoli di Università italiane;
-   tre in rappresentanza delle Aziende diverse, e cioè dei Soci collettivi di cui ai commi I, II, IV della voce c) dell'Articolo 6, tramite propri delegati.

Ogni socio potrà esprimere:
-   non più di due nomi per i rappresentanti dei tecnici indipendenti;
-   non più di due nomi per i rappresentanti dei tecnici dipendenti;
-   non più di due nomi per i rappresentanti dei docenti universitari;
-   non più di due nomi per le Aziende diverse.


Art. 16.  Il Consiglio Direttivo viene convocato di norma dal Presidente ogni qualvolta egli lo ritenga opportuno, ovvero quando venga fatta richiesta scritta da almeno due Consiglieri. Appena eletto, prima della scelta del Presidente, il Consiglio Direttivo viene convocato a cura del Consigliere piu' anziano per eta'.
Le riunioni del Consiglio saranno valide quando sono presenti almeno la meta' dei suoi membri. La convocazione dovra' essere fatta con almeno otto giorni di preavviso salvo casi di urgenza a giudizio del Presidente.
Il libro verbali, firmato dal Presidente e dal Segretario, fara' fede delle deliberazioni del Consiglio.
Il Segretario puo' essere scelto anche fuori dal Consiglio.
Nel conteggio del numero legale le presenze vanno rapportale a tutti i Consiglieri elettivi piu' i soli Consiglieri di diritto presenti alla seduta.


Art. 17.  La Presidenza e' composta dal Presidente e dal Vice Presidente scelti dal Consiglio Direttivo nella sua prima seduta per maggioranza semplice. II suo mandato scade assieme a quello del Consiglio che l'ha espresso.

Art. 18.  Il Consiglio Direttivo può eleggere un Presidente Onorario.
Il titolo di Presidente Onorario dell'Associazione può essere conferito ad una personalità che abbia validamente contribuito, nel corso degli anni, all'attività del CTE, essendone stato socio per un periodo continuativo di almeno venti anni.
La delibera di nomina del Presidente Onorario deve essere espressa dal Consiglio Direttivo all'unanimità dei Consiglieri presenti alla seduta in cui tale provvedimento sarà posto all'ordine del giorno.

Art. 19.  Il Consiglio Direttivo e' investito dei piu' ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell'Associazione, senza limitazioni. Esso procede pure alla compilazione ed approvazione del regolamento per il funzionamento dell'Associazione, la cui osservanza e' obbligatoria per tutti gli Associati. Quando particolari esigenze lo richiedano, il Consiglio Direttivo, con apposita delibera, puo' nominare propri Delegati Zonali.

Art. 20.  Il Presidente e' il legale rappresentante dell'Associazione e:
-  convoca e presiede il Consiglio Direttivo e le Assemblee;
- nomina, occorrendo, gli scrutatori;
- ordina e sorveglia il lavoro della Segreteria;
- nomina e revoca il Segretario e gli impiegati dell'Associazione e ne determina la retribuzione su conforme parere del Consiglio Direttivo.
In caso di impedimento o di assenza e' sostituito dal Vice Presidente.

Art. 21.  Il Tesoriere viene scelto dal Consiglio Direttivo nella sua prima seduta per maggioranza semplice. Il suo mandato scade assieme a quello del Consiglio che lo ha espresso. Egli ha il compito di curare la stesura dei bilanci di previsione e consuntivi, e di dirigere la conduzione amministrativa, contabile e patrimoniale dell'Associazione.